Author Archive

Author:
• domenica, febbraio 08th, 2009

Alcuni momenti per riccordare la partecipazione attiva dell ‘AMES

senegal021 senegal011

 

 

 

 

 

 

Milano 2004 Il governatore dell’AMES riceve la visita di Notabili del Senegal (il sindaco di Dacar  con il Console Genrale in Milano) per discuttere su opportunità assistenziali nel Senegal a favore delle genti disagiate e della prima infanzia- incontro organizzato dall’ presidente l’ associazione dei senegalesi di Lombardia. L’AMES ha consegnato un congruo sostegno in danaro al rappresentante l’associazione dei Senegalesi oltre aver indetto un meeting pubblico presso la Camera di commercio in Milano

dscn19331

dscn2009

 

Siria 2005 visita ai luoghi santi della Cristianita-al Santuario di Malula-e alla Moschea dove si trovano le Reliquie di San Giovanni Battista a Damasco

 

 

Organizzata Dalla Ass.Ottagono sulla non violenza alla Quale è anche Stato Invitato il governatore in rappresentanza dell’AMES

Milano Galleria 2005 IV° conferenza Euro-Meditteraneo

Annuale processione della Santa Vergine a cui per questo anno l’alto onore di portare i vessilli della Vergine durante la processione affidato ai cavalieri dell’AMES – Cap d’Antibes (Nizza) 2006
Momento della preghiera interreligiosa, organizzato dai City Angel, a cui Partecipano i Cavalieri dell ‘AMES, con un apporto contributivoin danaro, Milano stazione centrale 2008
 visione di bimbi Rumeni  l’AMES ancora una volta ha dato un contributo per il Tramite della Happy Children di Medolla (Mo) destinato alla Congregatia Surorilor Misionarie di Butela- Romania 2008
Pasqua 2009 Nella foto manifestazione dei City Aangel, presenti il Governatore, un Vescovo della Metropolia Ortodossa di Milano, il Dott.Furlan, Il presidente dei City con la madrina d’onore, il prelato Cattolico che ha diretto la preghiera.

 

Milano 23 settembre 2009 -i Sufi celebrano la fine del Ramadan ove quale gradito ospite ha partecipato anche il Governatore dell’AMES unitamente a dignitari di Varie Confessioni religiose e laiche

 

 

 

 

Vermezzo 29 settembre 2010 -l’AMES si è adoperata per sostenere uno spettacolo di danze e musica Serbe oltre che dare ospitalità alla compagine serba in tounèe in Italia provenienti da Saraievo sostenendone interamente le spese .

Alcuni momenti dello spettacolo- il Sig.Sindaco, scambio di omaggi con il  responsabile Serbo dello spettacolo, l’AMES regala un quadro al vice ministro della cultura Serbo.

 

dscn2871

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

untitled232Siamo tutti figli di Abramo, diverso puo essere il cammino per giungere alla salvezza, diverso il luogo dove  rivolgere una preghiera, la meta ultima e la Casa del Divino, allora perche tanta barbarie nel nome di Dio ? tanti luti e miserie?

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

islam593 imagesca cav-templari

 

Per un Mondo migliore di pace e serenità, per un dialogo interconfessionale, questa è una ulteriore opera che si prefigge l’ A.M.E.S. al di sopra di credo e razza in comunione con l’intera Umanità.

._____________________________________________________________________

Far parte dell’Ordine rappresenta una scelta precisa di militanza attiva, che contempla,oltre all’impegno finalizzato alla propria crescita spirituale, supporto di una esemplare testimonianza di vita, oltre a un impegno caritativo continuativo “carità” intesa come volontà di privarsi di qualcosa a favore di chi ha più bisogno di noi ,donare il superfluo. Questa scelta viene formalizzata con una solenne promessa al momento dell’Investitura, con il quale si assume impegno sull’onore di partecipazione attiva,di carità e di osservanza alle regole dello Statuto dell’Ordine. La mancata ottemperanza all’impegno assunto implica la revoca dell’appartenenza all’Ordine, dell’uso del titolo e delle insegne conferite all’atto dell’Investitura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Author:
• domenica, febbraio 08th, 2009

Alcuni incontri significativi per testimoniare La presenza e l’opera dell ‘AMES.

2005 in Antiochia “Turchia”

I ° Meeting delle civiltà e delle religioni alla Quale è Stato Invitato, ed ha partecipato anche il Governatore dell’AMES, unitamente ai Rappresentanti di varie Chiese e Confessioni, Oltre a Personalità Politiche e del Governo Turco —

.

.

Milano 2006 Incontro con i City Angels

l’AMES ha partecipato con un Contributo in danaro per beneficenza a favore dei Diseredati e per la costituzione della sede dei City Angels in Torino

.

.

Meeting 2007 Presentazione del film 7 km da Gerusalemme

tenutosi nel Teatro della Città di Monza a cui ha partecipato il Direttivo dell ‘AMES-nell’occasione e stato insignito di Croce al Merito il Sig. Sindaco della Città

.

.

paroladidio4

San Remo 2 febbraio 2008

Il Governatore dell’AMES accompagnato da Alcuni Cavalieri, assiste alla Santa Messa in onore dei Cavalieri di San Basilio il Grande Nella Chiesa dei Padri Cappuccini di San Remo

.

.


Romania 2009 visita al Monastero di Voronet

Delegati dell’AMES in Romania, dove hanno dato un contributo in danaro ai Padri del Monastero

 

 

.

.

Milano 2010 intercofessionale Riunione organizzata dai City Angel

per commemorare la Santa Pasqua, presenti un Pastore Protestante, il Rappresentante dei Buddisti Lamaisti, un uff.dei City il Capo spirituale dei suffi G. Mandel Kan, un rapresentante islamico, Rabino delle Nazioni Unite in rappresentaza della comunità Israelita.

.

.

dsc01119  Milano 2011 Il Governatore dell’AMES, unico Ordine cavaleresco -che Viene Invitato dai City Angel, per la preghiera intercofessionale della Santa Pasqua

Incontro con Diseredati della città, – Fai del bene e riceverai del bene, Nella grazia di Dio e non importa Quale lingua parli tu, ne in Quale Tempio tu preghi, sei parte del Creato, ama Quindi Colui che ti è simile, poichè  anche Lui è umanità.

dscn1923 dscn1933 dscn1910 Pellegrinaggio in Siria al Santuario di Santa Tecla

2009 – incontri-il Dott.Nabil Toumeh e il Gran Muftì di Damasco, con il Governatore dell’AMES i quali hanno argomentato sul tema “La visione della religione in un Diverso il cammino di fede. Ma tutti figli di Abramo

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

I Cav.Ames sono ospisti in San Remo nella Chiesa dei Padri Cappuccini dove l’Ames a conferito alcune onorificenze
ames

Para un Mundo mejor

1743_main_religioni

Pour un Monde Mellieur

cid

For a better World

Per un Mondo Migliore di pace e serenità, per  un interconfessionale dialogo tra le Genti e le Nazioni, per un opera di unione, questo è ciò che l’Ames si prefigge, al di sopra di credo, razza o confessione, in comunione con l’intera Umanità, in fondo siamo tutti discendenti di Abramo.

**********************************************************

La Fede nell’ordine rappresenta una scelta precisa di militanza attiva. Contempla l ‘Impegno Finalizzato alla propria Crescita spirituale, Essere supporto di esemplare TESTIMONIANZA di vita, oltre a un Impegno caritativo continuativo. “Carità”, intesa come Volontà di privarsi di qualcosa a favore di chi ha più Bisogno di noi, donare il superfluo. Questa scelta Viene formalizzata con una solenne promessa al momento dell’Investitura, con la quale si assume Impegno sull’onore di partecipazione attiva, di carità e di osservanza alle regole dello Statuto dell’ Ordine. La mancata ottemperanza all’impegno assunto implica la revoca dell’appartenenza all’Ordine, dell’uso del titolo e delle insegne conferite all’atto dell’Investitura.

***************************************

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Author:
• sabato, febbraio 07th, 2009

 

Chiese d’oriente  – Una comune fede MonofisismoUnione fra le Chiese

 

Per molte persone che non hanno voluto documentarsi o approfondire gli insegnamenti Rivelati millenni or sono, Apocalisse è sinonimo di distruzione, punizione divina per i peccati commessi dalla maggior parte dell’umanità.

L’equivoco è inevitabile quando deleghiamo altri a pensare per noi. Chi si accontenta e accetta in modo passivo un dogma, una spiegazione teologica già confezionata, il più delle volte ad arte, non puntualizza che la Creazione è un processo e non atto. Un processo dove Tutto agisce ed interagisce alimentando l’energia vitale a spirale dell’evoluzione. Quando questa consapevolezza non accompagna il nostro libero andare, illusoriamente crediamo alle realtà dettate dalle superstizioni popolani e dall’insipienza.

Non avvalendoci dell’intimo sentire che è la nostra guida interiore, ci lasciamo travolgere dagli affanni quotidiani senza più reagire. Così facendo, ostacoliamo il naturale fluire della vita in noi, senza renderci conto della nostra disarmonia che lede la Natura, il Pianeta stesso: che sono Entità Cosmiche. Le reazioni travolgenti della Natura e del Pianeta cui assistiamo ormai ogni giorno, sono consequenziali alle ferite che gli abbiamo inferto. Una legittima reazione da parte loro, per non essere sopraffatti totalmente dalla nostra aggressione.

Le ferite non sono soltanto quelle derivanti dagli inquinamenti che hanno avvelenato le risorse naturali che il pianeta ci ha sempre donato generosamente senza nulla chiederci, ma soprattutto, lo abbiamo ferito a morte con i nostri pensieri egoistici, violenti e per la mancanza di amore. Quell’Amore che è la chiave di lettura dell’intero Universo: di tutta la Vita. Da questa prima analisi risulta chiaramente che non è l’Apocalisse a mietere le vite umane di coloro che sono rimasti coinvolti in catastrofi, ma è la crudeltà umana che ha provocato tali reazioni e che evidenzia la nostra apatia monolitica.

Per tutte quelle creature che sono rimaste coinvolte nei disastri, guerre, epidemie, massacri dettati dall’odio ed hanno lasciato questo piano di vita, è come se l’Apocalisse avesse già steso il suo manto di morte. Ma è così? E’ veramente successo questo?
Oppure un vento cosmico ha soffiato sulle anime risvegliando la loro Coscienza di Esseri Divini, glorificandoli maggiormente nella Luce?

Apocalisse, significa: Rivelazione! Rivelare che cosa? Annunciare la trasmutazione della Vita cadenzata dai cicli cosmici dell’evoluzione. Un riscontro marginale per anime incarnate e precipitate in una natura della realtà materiale. Una dimensione fisica dove il tempo illusorio si misura frazionandolo in anni. E’ Impossibile osservare l’universo al microscopio! A causa di questo limite della consapevolezza, s’imponeva la necessità della Rivelazione donataci con molto anticipo dalla Grazia Divina, indicandoci un orizzonte a cui affacciarci per comprendere meglio e affermare con Coscienza che siamo Esseri di Luce Multidimensionali.

………. Se tutti i disastri che si sono già verificati e quelli che seguiranno l’imputiamo a noi stessi, alle nostre azioni sconsiderate e non ad una punizione divina, allora è tempo che cerchiamo una riconciliazione con la Natura, con il Pianeta, con la Vita, con noi stessi. Pertanto, l’Apocalisse è stata anche dettata per annunciarci la nostra responsabilità nel processo creativo in termini di Coscienza e Consapevolezza. Chiunque abbia letto il libro dell’Apocalisse, concorda che è stato scritto con un linguaggio figurativo e simbolico. Questo è vero in parte, perché quando è stato dettato, definizioni come scorie atomiche, radioattività, droghe, buco nell’Ozono e tante altre, non erano conosciute ……….

Da quel tempo però, non si è evoluta soltanto la cultura umana, ma anche le anime, ed oggi, sono in grado di tradurre il linguaggio simbolico con il Sentire, facendo proprio l’insegnamento, per essere parte attiva della trasformazione. Fino a tre decenni fa, o poco più, quando ancora non era in uso il codice EAN a barre, nessuno riusciva a comprendere correttamente che il numero 666 attribuito alla ” bestia ” nel libro già citato, non era il simbolismo, tanto discusso tra i teologi, ma la lettura numerica di tre serie di numeri composti appunto da sei numeri. Così, tutte le ipotesi fantasiose discusse per secoli, sono crollate davanti la descrizione dettagliata di un codice d’identificazione nel mondo della moderna informatica. I dominanti della Terra, fanno passare l’EAN come una conquista del progresso, l’Apocalisse avverte invece che: “… tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, ricevessero un marchio sulla sua mano destra o sulla loro fronte; di modo che nessuno potesse comprare o vendere, senza avere tale marchio … ” (Ap. 13: 16)
Tradotto in lingua corrente è il controllo totale sulle masse attraverso il potere economico/finanziario!

Gli Istituti Finanziari Mondiali, detentori del potere assoluto sul denaro, lo potranno svalutare o ritirare a loro piacimento affamando e rendendo all’impotenza questa o quella popolazione. Chi aveva dei risparmi, piccoli o grandi, si troverà completamente povero; ci sono stati e ci saranno sempre più crolli in borsa e potrà esserci, così, il caos totale.
Anche in questa circostanza, l’insegnamento del Maestro Gesù, trova ampio riscontro quando ci suggerisce di non accumulare tesori in terra ma nei cieli, cioè discernere, essere consapevoli. Meditando sulla Rivelazione, dobbiamo ammettere che, non è l’Apocalisse a derubare l’uomo e creare il caos, ma l’egoismo sfrenato di pochi potenti privi dell’amore.

Nello stesso libro, leggiamo che è già decretata la fine di questi usurpatori che non possono entrare nel nuovo ciclo cosmico dove l’arido materialismo non avrà più motivo di esistere perché l’uomo, finalmente, avrà risvegliato la sua coscienza nella Luce. Infatti, al punto 22/12 leggiamo:
Ecco, io verrò presto e porterò con me il mio salario, per rendere a ciascuno secondo le sue opere. Io sono l’Alfa e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, il Principio e la Fine. Beati coloro che lavano le loro vesti: avranno parte all’albero della vita e potranno entrare per le porte nella città. Fuori i cani, i fattucchieri, gli immorali, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna! Io, Gesù, ho mandato il mio angelo, per testimoniare a voi queste cose.

Di conseguenza, è sempre l’uomo il responsabile degli eventi che lo colpiscono. L’antica Rivelazione sta a testimoniare che la clemenza di Dio prevale sempre sul concetto di punizione e se l’uomo ascolta la voce interiore è sempre nel giusto ed è guidato dalla Luce. Chi ha accumulato ricchezze materiali, non potrà trasferirle nella Nuova Era, questo impedimento però, vale anche per il nostro piccolo.

La domanda è: ” siamo consapevoli di questa verità e siamo già pronti per distaccarci dall’illusione materialistica? ” Se così non è, allora gli usurpatori giocano a nostro vantaggio senza saperlo! Perché non aprire le nostre coscienze al nuovo Soffio di Vita che viene per sollevarci e non per abbatterci? Perché aspettare sempre i momenti più fragili della nostra esistenza per decidere di muovere un passo verso la vera felicità, la libertà, l’Amore? La verità dettata duemila anni fa, con l’intento di accompagnare la nostra crescita spirituale, la teniamo ancora fuori dalla porta sperando di salvarci dall’Apocalisse! Ma salvarci da che? Da chi? Siamo esseri di luce, immortali, proiettati verso l’eternità.

Siamo i creatori incontrastati della nostra vita! Il libero arbitrio non è una filosofia, ma il primo dono che il Senza Nome, il Creatore Assoluto, Dio, ha fatto al processo della Creazione. Se non comprendiamo questo, resteremo sempre dei credenti e non saremo mai Creatori Coscienti. Non è più possibile ristagnare in questo spessore della materia che doveva farci da trampolino per spiccare un volo verso l’Infinito: l’Eterno. Abbiamo trasformato per negligenza, una realtà dimensionale in una prigione angosciosa: un Calvario! (diciamo, infatti, che la Vita è sofferenza)

Ormai abbiamo degradato quasi tutti i continenti che con il nostro innato egoismo potranno subire delle trasformazioni drastiche. Gran parte potranno finiranno sotto gli oceani per una millenaria decontaminazione, mentre altri, come Atlantide, riemergeranno. In nome della scienza che pretende di sperimentare tutto, hanno fatto esplodere in superficie e sotto terra, ordigni nucleari che hanno prodotto devastazioni all’equilibrio magnetosferico del pianeta. Cosa diremmo noi, se ci facessero esplodere un petardo nello stomaco?

Assistiamo a fenomeni meteorologici eccezionali, ed i nostri scienziati, ci rassicurano che sono fenomeni periodici. Se fosse vero che l’Apocalisse è distruzione, riuscirebbe a eguagliare le devastazioni che abbiamo causato noi? Il Pianeta Terra, la casa di quest’Umanità addormentata, sta per collassare e soltanto il Creatore può salvarlo dall’estinzione. La Rivelazione viene in soccorso a tutti gli uomini che hanno preso coscienza di questo obbrobrio e si stanno attivando per armonizzarsi con il pianeta e la vita cosmica.

Le ripercussioni di quanto abbiamo causato, coinvolgeranno gran parte dell’umanità che lascerà questo piano di vita. Da questo evento, ogni singola anima trarrà il massimo vantaggio per il risveglio della propria coscienza. I restanti, descritti nel libro come coloro che conosceranno la prima resurrezione, avranno la responsabilità del pianeta perché lo erediteranno.
Tutti questi uomini, nel momento del grande travaglio, saranno guidati interiormente. La Luce li guiderà attraverso le proprie esperienze irripetibili ma anche nei luoghi più sicuri. La guida sarà possibile soltanto perché avranno già imparato ad ascoltare la voce interiore.

... Dopo ciò, vidi quattro angeli che stavano ai quattro angoli della terra, e trattenevano i quattro venti, perché non soffiassero sulla terra, né sul mare, né su alcuna pianta. Vidi poi un altro angelo che saliva dall’oriente e aveva il sigillo del Dio vivente. E gridò a gran voce ai quattro angeli ai quali era stato concesso il potere di devastare la terra e il mare: « Non devastate né la terra, né il mare, né le piante, finché non abbiamo impresso il sigillo del nostro Dio sulla fronte dei suoi servi ». (Apocalisse: 7/1)

Per seguire coscientemente gli eventi dell’Apocalisse dobbiamo pensarci come scintille Divine creanti nel processo della Creazione! Non è facile, ma è il nostro prossimo orizzonte di Vita, un dovere da compiere e Gesù ci ha mostrato come fare: Essere l’Amore!
Sarà proprio il “sentire di essere” a favorire il sigillo del Dio vivente sulla fronte … Ovvero: l’apertura del sesto e settimo chakra il “loto dai centoquarantaquattromila petali”

Da quando è stata dettata la Rivelazione, si è intensificata la vigilanza di molti angeli e, se leggiamo con mente aperta, non ci sfuggirà il fatto che la loro opera è diretta da “Una Regia” una gerarchia celeste formata da grandi Esseri di Luce e coscienze Logiche. Noi non abbiamo la più piccola idea di come questi fratelli ci amano e sono desiderosi di aiutarci. Siamo così intimoriti dalla illusoria distruzione dell’Apocalisse, che non vediamo le molti mani tese in nostro soccorso.

Dobbiamo essere attenti, perché queste mani, saranno ritratte se non sapremo comprendere. L’economia dell’Amore universale prevede l’offerta e non il condizionamento, sempre per quel dono del libero arbitrio. Sono le schiere di cui parlava Gesù. Lui stesso ha predetto questi momenti, alcuni, nei dettagli. Leggiamoli insieme:

Dal Vangelo secondo Matteo — LA DISTRUZIONE DI GERUSALEMME. (24:15)
” Quando, dunque, vedrete l’abominazione della desolazione predetta dal profeta Daniele, posta in luogo santo, comprenda chi legge, allora quelli che saranno nella Giudea fuggano ai monti; chi si troverà sulla terrazza, non scenda a prendere nessuna cosa di casa sua; e chi si troverà nel campo, non torni indietro a prendere il mantello. Guai alle donne incinte e allattanti, in quei giorni. Pregate che la vostra fuga non debba venire d’inverno o dì sabato, perché vi sarà allora una tribolazione si grande, quale non vi fu mai dal principio del mondo fino ad ora, né mai vi sarà. E se quei giorni non fossero abbreviati, non scamperebbe anima viva: ma, in grazia degli eletti, quei giorni saranno abbreviati.

Luca – LAVENUTA DEL REGNO DI DIO. (17:20)
Avendogli domandato i Farisei, quando verrà il regno di Dio, Gesù rispose loro: …. Il regno dì Dio non viene con sfarzo. Non si potrà dire: Ecco, è qui , oppure è là ; infatti, il regno di Dio è dentro di voi. – Disse poi ai suoi discepoli: ….Verrà un tempo in cui voi desidererete vedere uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo e non lo vedrete. E vi diranno: Ecco, è là; ecco è qui! Voi non vi muovete, né andatene in cerca. Perché, come il lampo, balenando, sfolgoreggia da un punto all’altro del cielo, così sarà del Figlio dell’uomo nel suo giorno. Ma prima è necessario che patisca molto e sia ripudiato da questa generazione.

E come avvenne al tempo di Noè, così avverrà al tempo del Figlio dell’uomo: mangiavano e bevevono, si sposavano e si maritavano, fino al giorno in cui Noè entrò nell’arca e venne il diluvio e tutti sommerse. Altrettanto avvenne al tempo di Lot: mangiavano e bevevano, compravano e vendevano, piantavano e costruivano; ma il giorno in cui Lot uscì da Sodoma, piovve fuoco e zolfo dal cielo e fece perire tutti. Lo stesso avverrà nel giorno in cui apparirà il Figlio dell’uomo.

In quel giorno chi sarà sulla terrazza e avrà la sua roba in casa, non scenda per prenderla; come pure chi si troverà nei campi, non ritorni indietro! Ricordatevi della moglie di Lot. Chi cercherà di salvare la sua vita, la perderà; e chi la perderà la conserverà. Io vi dico: in quella notte due saranno nel medesimo letto; uno sarà tolto l’altro lasciato. Due donne saranno a macinare insieme; l’una sarà presa l’altra lasciata. – Gli domandarono: ” dove, o Signore???
ed Egli rispose: ” Dove sarà il corpo, là pure si raduneranno le aquile. “

Matteo – IL RITORNO DEL CRISTO. (24:29)
– Or, subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte. Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo, tutte le tribù della terra si batteranno il petto e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi del cielo con gran potenza e gloria. Egli manderà i suoi Angeli che, con tromba dallo squillo potente, raduneranno i suoi eletti dai quattro venti, da un’estremità all’altra dei cieli.

Imparale dal fico – la similitudine – quando i suoi rami si fanno teneri e mettono le foglie, voi sapete che l’estate è vicina. Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che il Figlio dell’uomo è vicino, alle porte. “In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto ciò avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.” Anche se questa profezia di Gesù si commenta da sola, desidero porre l’accento su alcuni punti così evidenti, da far nascere in noi la domanda: ” è possibile che le coscienze umane siano così addormentate? Com’è stato possibile, restare così a lungo sordi, davanti a tanta saggezza? Quante volte questi insegnamenti li abbiamo insabbiati nella quotidianità umana?”

“… Il regno di Dio è dentro di voi!…” nonostante quest’insegnamento c’è stato dato, mostrato e spiegato da molte prospettive, specialmente nell’ultimo secolo, cerchiamo ancora la Divinità in un paradiso. Sinceramente quante volte abbiamo cercato in noi la Divinità, con un puro atto d’Amore: sentendoci in comunione con il Tutto?

“… e vi diranno: “Ecco, è là; ecco è qui – Voi non vi muovete, né andatene in cerca…” E’ un suggerimento che sottintende: usa la tua conoscenza con discernimento! Se bramiamo dal desiderio di vederlo e toccarlo, allora vuol dire che siamo ancora presi dalle passioni anziché dall’Amore. Dobbiamo ammettere che, l’essenziale non alberga ancora nei nostri cuori. Infine, la consapevolezza di essere papilla del Divino non illumina ancora la nostra coscienza! A discapito della nostra creatività, più volte sottolineata da Lui stesso, nei Suoi insegnamenti.

” … lo stesso avverrà nel giorno in cui apparirà il Figlio dell’uomo… ” Se l’uomo guarda sempre in basso, verso la terra, si accorgerà soltanto del susseguirsi delle stagioni, ignorando così: le stagioni dello Spirito, i Cicli d’Evoluzione Planetari e Cosmici. E’ proprio alla conclusione di questi grandi movimenti che l’umanità affronta un esame per accedere ad un mondo superiore. E’ per questo che Gesù, con due millenni di anticipo profetizza quale sarà l’esito di questo esame, se non sarà presente l’Amore nei cuori dell’umanità. Gli avvenimenti vissuti al tempo di Noè e di Lot, si potrebbero ripetere ai nostri giorni, per la mancanza di Amore e per un sentimento d’odio ancora troppo diffuso sul nostro pianeta.

” … allora quelli che saranno nella Giudea fuggano ai monti…”
Il suggerimento di fuggire ai monti , di non tornare indietro, di non voltarsi come fece la moglie di Lot, nel momento in cui Sodoma fu distrutta, ciò avviati nella via della Luce non guardate indietro.

“… in quella notte due saranno sul medesimo letto; uno sarà tolto l’altro lasciato…
La storia si ripete! Qualcosa del genere, avvenne quando furono risparmiate le famiglie, contrassegnate sugli stipiti delle porte con il sangue dell’agnello.
Quella notte, già annunciata, si concluse la decima piaga, prima ” dell’Esodo “. Prima della fuga.” (Esodo 12:12)

Nel corso dei millenni, in vari contesti storici, ci sono stati molti esodi, più o meno annunciati a chi era in grado di comprendere. Quello che ci è annunciato oggi, è un esodo dall’arido materiale.
Tali descrizioni, rappresentano i momenti di panico, il caos generale per non aver voluto accettare la trasmutazione Rivelata, ignorando deliberatamente ì fraterni richiami e l’insegnamento all’Amore offertoci per prepararci a quest’evento di trasformazione.
Chi ha sentito il bisogno di farlo, sta risvegliato in sé la sua Vera Natura Divina, la vera Apocalisse.

“Uomo, svegliati! Domani, è l’alba di un nuovo grande giorno.”

Come sempre, a noi la scelta! Pace e Amore –


 

 

 

Chiese d’oriente  – Una comune fede MonofisismoUnione fra le Chiese

 

 

 

Author:
• sabato, febbraio 07th, 2009

 

Il Simbolo del CavaliereIl CavaliereAuspicio

estrada01
IL DONO D’AMORE

Il dono d’Amore; La Luce sul Sentiero; La ricerca di noi stessi.
Cercando diligentemente troverai sicuramente ciò che stai cercando,il tuo identificarti con me, la sorgente di tutta la vita; di tutto il Bene, ma devi dedicare del tempo a cercare.
Questo non è qualcosa che ti cadrà in grembo, senza che tu abbia il profondo desiderio di conoscer mi, di conoscere la verità, di cercare finché scoprirai che cosa questo davvero significa per te. Questa profonda esperienza spirituale di conoscenza interiore viene soltanto a coloro che davvero vogliono realmente conoscere.

Perciò non limitarti mai ad un vago interesse per queste esperienze spirituali; renditi conto che una volta che hai cominciato questa ricerca, nulla ti soddisferà finché non avrai trovato ciò che stai cercando: la tua identificazione con me.

Questo è qualcosa che ognuno deve fare per conto proprio. Qualcuno forse potrà indicarti la via, ma dipende da te il fare il resto, dipende da te andare avanti e sperimentarlo interiormente.
Finché non cominci a mettere in pratica ciò che stai imparando, in realtà non sai se per te funziona o no . Può funzionare per altri, ma funziona anche per te? Che cosa significa per te vivere in base alla fede, se non fai qualcosa al riguardo e non la metti alla prova?
Ricorda che non puoi crogiolarti nelle profonde esperienze spirituali interiori di qualcun altro.

È di un certo aiuto leggerne, sapere che esistono ed anche sentirne parlare e parlarne; ma viverle dipende da te così come metterle in pratica nella tua vita, se desideri vivere con lo spirito, vivere con la fede.
Tutti sapete questo, ma che cosa state facendo al riguardo?
Siete persone che soltanto ascoltano la parola, o realizzatori di essa?
Nessuno può farvi vivere questa vita; ogni anima è assolutamente libera di fare la propria scelta.

Che cosa hai scelto?
Semplicemente adagiarsi e trascorrere il resto della vita ascoltando le esperienze d’altre persone? Oppure intendi cominciare proprio qui e ora vivendo una vita pienamente dedicata a Me, al Mio lavoro, mettendo in pratica tutte le meravigliose lezioni che hai imparato e vedendo come funzionano veramente?
La vita è completamente vuota e futile finché non cominci a viverla pienamente e a mettere alla prova ogni cosa, per vedere se questa vita spirituale è veramente pratica e degna di essere vissuta.

Comincia fin d’ora a fare qualcosa al riguardo, non sciupare più tempo a parlarne; ci sono fin troppi discorsi ma pochi fatti concreti.
Che non si faccia della spiritualità da poltrona; che sia vivente e vibrante, che tutti la possano vedere. Fa che Io veda che tu cominci a vivere la vita ora.
Quando sei in sintonia ed in armonia con tutta la vita troverai che nulla può farti del male perché ti fondi perfettamente con la totalità e sei padrone dell’intera situazione.

Quando sei disarmonico e c’è resistenza in te, diventi schiavo e perciò ti apri alle forze negative. Infatti, avviene che attiri a te ciò di cui hai paura e ne sei sopraffatto.

Non temere nulla.
Non c’è nulla da temere quando sei all’unisono con tutta la vita. Ecco perché ti rammento costantemente di essere sempre consapevole di Me e della Mia divina presenza.
Quando tutto il tuo essere è pieno di Luce e di Amore, non c’è posto per nessuna negatività; perché luce ed oscurità non possono dimorare insieme come non lo possono amore e paura.

L’amore perfetto esclude ogni paura.
Qualsiasi cosa intraprendi, non importa quanto pesante o impossibile all’apparenza possa sembrare il compito, fallo senza paura, con la cognizione che non lo stai facendo da solo, ma che Io sono con te sempre. Io ti mostrerò la via e ti mostrerò esattamente come maneggiare tutta la situazione così che si sistemerà e funzionerà perfettamente. Non lasciare mai penetrare alcun dubbio e non guardare mai indietro.

Sappi semplicemente che ciò che hai intrapreso è giusto e che ne scaturirà soltanto il meglio. Procedi con fede, fai ciò che senti di dover fare e vedine i perfetti risultati.
Come puoi aspettarti che le cose vadano bene e senza intoppi, quando sei pieno di dubbi e tormentato dalla paura? Immediatamente elevi una barriera creando le condizioni sbagliate e provocando così il fallimento.
Tutto quanto è frutto delle tue azioni, quindi non cercare attorno a te un capro espiatorio da incolpare, ma guarda dentro te stesso, riconosci dove hai sbagliato e poi fai qualcosa al riguardo.
Non  lasciarti mai andare a crogiolarti negli insuccessi, negli errori, nel dolore ed a farti abbattere dall’autocommiserazione.

Infelice è colui che si commisera e permette all’autocommiserazione di insinuarsi nella sua vita e così di dominarla. Rifletti sui tuoi sbagli ed insuccessi, impara da essi, sii deciso a non rifare gli stessi errori; e poi va avanti, ringraziando sempre per tutte le cose meravigliose di cui sei dotato:
la vita,la bellezza intorno a te,gli amici,il respiro stesso che respiri,ogni cosa che ti circonda.

Renditi conto sempre di più di quanto possentemente tu sei benedetto e di quanto tu debba essere grato al Creatore. Facendo così, tutti i sentimenti egoistici e di autocommiserazione spariranno completamente, perché il tuo cuore sarà pieno di amore e di gratitudine e tu sarai in sintonia con Me e tutto andrà bene.
riversa tutto il tuo essere in tutto quello che fai,fallo comunque con tutto il cuore,con vera gioia e amore, ed a Mio onore e gloria.
Vedrai i meravigliosi risultati perché,come può essere altrimenti,quando ogni cosa è fatta nell’amore più puro?

Fluisci con i ritmi della natura, non contro di essi; sono ritmi perfetti e nulla è fuori tempo, fuori stagione, fuori posto; c’è un posto per ogni cosa e ogni cosa è al posto giusto. La pace e l’armonia sono sovrane ed il Mio regno è venuto. Io guiderò e dirigerò la tua vita intera quando Me lo permetterai.
Quando sarai disposto ad abbandonarti totalmente a Me non tirandoti indietro; ogni tua necessità sarà prodigiosamente soddisfatta e la tua vita fluirà nella ricchezza ricercata. Nulla in te arresterà quel flusso di abbondanza poiché tu apri gli sbarramenti delle dighe quando ti abbandoni a Me.

Non lasciare che la paura ti blocchi; non hai nulla da perdere e tutto da guadagnare se soltanto ti rendi conto di questo e ti abbandoni completamente nelle Mie mani. L’amore perfetto esclude ogni paura. Non puoi avere paura di Me ed amarMi nello stesso tempo perché l’amore e la paura non possono andare di pari passo.
Sono come l’olio e l’acqua, che non si mescolano, quindi trasforma la paura in amore e vedrai in che modo meraviglioso fluirà la tua vita e come ogni cosa andrà perfettamente a posto.
La paura è il più grande impedimento nella vita,perciò prima te ne libererai, meglio sarà.

Ricorda che eliminare la paura non è sufficiente,devi poi riempire il vuoto con l’Amore e ancora amore finché dentro di te ci saràtanto Amore da non lasciar più posto per nient’altro.
Potrò allora agire senza impedimenti e le Mie meraviglie e la Mia gloria potranno manifestarsi prendendo forma nella tua vita.
Fai un passo alla volta per entrare in questo ritmo. Assorbilo con tutto il tuo essere, finché diventerà parte di te e vibrerai con il ritmo di tutta la vita comprendendo il significato della totalità, provando l’esperienza di essere in sintonia con tutto il creato e quindi in sintonia con Me.

Io sono il creatore di tutta la creazione, Io sono la totalità della vita. Eleva la tua consapevolezza, espandila, renditi conto che Io sono dentro ciascuno, che questa totalità è dentro di te e che nulla può sottrarti alla magnificenza del tutto, eccetto la tua limitata consapevolezza. Lasciala andare, lasciala espandere e non permettere a nulla di arrestare quell’espansione della consapevolezza finché tu possa accettare che Io sono in te e tu sei in Me :
Non limitarti a giocare con questa idea,ma afferrala veramente, accettala ed interiorizzala.
Non puoi entrare nel nuovo finché non lasci il vecchio.
Ci sono ancora troppi umani che giocano solo con l’idea dell’unità, della completezza, ma che ancora non sono totalmente disposti ad accettarla come un bisogno ed a tuffarsi dentro con fede, fiducia assoluta e ad accettare la loro unità con Me. Non sprecare più tempo. Tu fallo ora.

Il tempo che trascorri con Me ogni mattina ti porta il beneficio per il resto della giornata.
Se trascorrerai del tempo in preghiera, in meditazione, nell’ascoltare la Mia parola e a trascriverla nel tuo cuore, comincerai il nuovo giorno in piena vivacità e deciso a fare meglio di ieri e ad godere della Mia parola in ogni cosa.

Ogni giorno dovrebbe portarti un passo avanti in questa vita spirituale. Può darsi che tu non sempre veda il passo che è stato compiuto o che perfino non ti renda conto di aver fatto un passo perché è stato molto piccolo ma continuerai ad andare avanti se sei deciso a farlo. Ricorda che dipende sempre da te ogni tua decisione. Se soltanto te ne stai lì a dire che non puoi fare un altro passo avanti, non lo farai.
Ma se ogni mattina ti metti in moto deciso a fare la Mia volontà e a seguire le Mie orme, certamente lo farai e avanzerai lungo il sentiero che hai scelto per te, senza mai smettere di lavorare.

Non c’è davvero tempo per compiacersi.
C’è però sempre spazio per avanzare,per cambiare, ma il farlo dipende da te.
Non sei e non sarai mai costretto ad agire, sarai sempre libero di prendere le tue personali decisioni su tutto.
Puoi essere aiutato o ti può essere mostrata una via, ma non è detto che tu la prenda. Il passo successivo lungo il sentiero deve essere compiuto con il tuo solo sforzo personale.
Quindi non sostare indeciso sulla soglia. Davanti a te c’è un futuro grande, glorioso quindi vai avanti con decisione.

Continua a cambiare, ad aprirti come un fiore ai raggi solari del Mio amore e delle Mie direttive. Non opporre resistenza. Cerca costantemente la pace interiore che ti viene da Me.Continua ad innalzarmi.Non lasciami trascinare in basso da nulla.
Io sono sempre con te, semplicemente alza il tuo livello di consapevolezza trovaMi e seguiMi.

Ogni organo nel corpo ha il proprio posto, e quando funziona come dovrebbe, il corpo è completo e perfetto così, ogni anima ha il proprio posto nello schema totale delle cose e quando ciascuna dà ciò che deve a tutto l’insieme il lavoro procede veramente alla perfezione e c’è armonia, bellezza e ritmo dappertutto. Vivi per il tutto, pensa all’insieme, dai a tutto l’insieme, lavora per la totalità; sentiti nella totalità e diventerai parte cosciente.

Tutto funziona in perfetto unisono ed armonia. Trova il tuo sentiero e percorrilo con fede e fiducia assolute. È una follia cercare di camminare sulle orme di qualcun altro e cercare di imitarlo in ciò che sta facendo. Finché non conoscerai il tuo speciale sentiero proverai un sentiero dopo l’altro, cercando, cercando, sempre cercando; ma quando finalmente troverai il tuo sentiero, nulla e nessuno potrà più distoglierti da esso e quel sentiero ti porterà alla meta finale: la realizzazione della tua unione con Me. Dedica del tempo oggi a porti in silenzio e scoprire ciò che devi dare. Renditi conto che occorrono tanti tipi di persone per un’insieme.

occorrono tutte le minuscole tessere,per fare un bel mosaico,ogni pezzettino deve inserirsi perfettamente al suo posto, con precisione ed armonia,per creare una splendida Opera.
Fate in modo da inserirvi tutti al posto giusto e di funzionare perfettamente con armonia.
Si prova vera gioia nel dare e nel trovare il proprio giusto posto. Troppi sono gli individui che si accontentano di star seduti ed accettare ciò che gli altri hanno da dire invece di cercare la verità dentro di sé. Si preferisce leggere e studiare insegnamenti di altri invece di trovare le profonde verità spirituali dentro di sé.
Ogni individuo è il microcosmo del macrocosmo. Ogni individuo possiede dentro di sé tutto ciò di cui ha bisogno. Comincia fin d’ora ad attingere da quella infinita eterna sorgente che non conosce né principio né fine.

E’ soltanto quando ti eserciti a vivere in Mia presenza, quando dedichi del tempo a stare solo con Me, ad ascoltare la Mia quieta piccola voce e ad obbedirle, che tu cominci a comprendere la magnificenza della tua unità con Me e cominci a portare il Mio paradiso giù sulla terra perché tutti lo vedano.

Non lo si realizza parlandone, lo si realizza vivendolo e dimostrandolo ricorda una piccola scintilla può far divampare un incendio immane.
Una piccola cosa condivisa con un’altra anima può portare luce e conforto dove c’era solo oscurità e disperazione.
Agisci in base ad ispirazioni che vengono da dentro di te e non esitare mai, perché si può trattare proprio di quella piccola scintilla che accenderà una luce in un’anima che ne ha grandemente bisogno.

Riversa amore in ogni situazione e guarda che cosa succede.
Per emanare amore, devi riempire la tua consapevolezza di pensieri amorevoli, positivi, costruttivi; devi trasformare ogni situazione apparentemente negativa in una positiva e farlo velocemente.

Quando vedi una pianta avvizzire e morire per mancanza d’acqua e subito le dai da bere, puoi vedere in essa un cambiamento immediato.
È così anche per i rapporti umani,quando li vedi tesi e in difficoltà,annaffiali subito con il Mio amore divino assisterai ad una completa trasformazione.

Ecco mio caro, le prime parole da scrivere nella piramide che poggia sul Sentiero dell’Eterno, della Luce, della Vita. Ciò che si contrappone a tali insegnamenti è il buio, l’inganno dell’Ego destinato ad essere superato iscrivendolo nella piramide rovesciata. Questa, in tale posizione vacillante, non potrà resistere a lungo. Al primo “alito di vento” indotto dagli eventi, cadrà rovinosamente nella polvere della materialità: dell’illusione.

Così sarà per tutto ciò che non risponde al codice della Qualità e dell’Essenziale. Sono certo che tali realtà sono già presenti nel tuo cuore, ma tu, oggi, poggi i piedi dell’anima su di un nuovo piano della spirale evolutiva: il risveglio della coscienza.

Per tanto, come ci viene insegnato, non dobbiamo più esserne semplicemente consapevoli e condividerlo: ma viverlo. Se visualizzerai nella nuova consapevolezza, le posizioni delle due piramidi e deciderai per ogni circostanza che la vita ti proporrà, in quale delle due piramidi collocare l’evento che ti coinvolge e quindi agire, tutto fluirà semplicemente, nessun’incertezza per riconoscere la qualità e l’essenziale, oppure l’artificio. In un passo del terzo messaggio di Fatima, la Mamma Celeste, riferendosi ai grandi cambiamenti dei nostri giorni, profetizza:  “ciò che è putrido cadrà e mai più si alzerà” Se noi depositeremo nella piramide rovesciata i nostri affanni, le zavorre dell’anima, il putridume del qualunquismo, ciò cadrà e mai più turberà le nostre coscienze ormai rinate nell’Amore e nella realtà che Tutto è Uno!

La capacità di saper discernere in ogni momento la natura dell’evento che attraversa la nostra strada, ci renderà liberi, operanti, saggi e propositivi nel processo della Creazione.
Compito supremo e mutamento del Sentire indispensabile per i “generatori di cambiamento”. Se proponiamo alla vita, allora sapremo anche quando: sciogliere in Terra, e legare in Cielo.

Come vedi, in questa fase della ricerca la chiarezza è di dovere.
Accertato e riconosciuto l’esercizio fondamentale delle due piramidi, il suggerimento interiore deve guidare la ricerca.
Nessun equivoco dovrà turbarla! La tua ricchezza interiore che si è estesa vivendo con determinazione, doveva essere liberata: era il momento di renderla operativa su di un nuovo piano. Molte altre creature godranno di tale cambiamento: un beneficio per propagazione anche se, in molte circostanze sono ancora confuse.

Faciliterai il superamento dello stato confusionale di queste creature, mostrando loro una valida possibilità all’umano esistere.
Mai come in questo momento, la supplica sale al Padre Celeste affinché ti doni ogni bene ed ogni felicità.
Pace e Amore, meraviglioso Punto di Luce nell’Infinito Creato.

images

Credo del CavaliereIl Simbolo del CavaliereIl CavaliereAuspicio

 

 

 

 

 

 

 

Author:
• sabato, febbraio 07th, 2009

Non camminare davanti a me, potrei non seguirti;
non camminare dietro di me, non saprei dove condurti;
cammina al mio fianco e saremo sempre amici.

angelo20di20luce

Dal punto di Luce entro la Mente di Dio
affluisca luce nella mente degli uomini.
Scenda Luce sulla Terra.
Dal punto di Amore entro il Cuore di Dio
affluisca amore nei cuori degli uomini
sulla Terra, ove il volere di Dio è conosciuto,
il proposito guidi i piccoli voleri degli uomini;
il proposito che i Maestri conoscono e servono.
Dal centro che viene detto il genere umano
si svolga il Piano di Amore e di Luce.
E possa sbarrare la porte dietro cui il male risiede.
Che Pace, Luce e Amore
ristabiliscano il Piano Divino sulla Terra.

Questa Invocazione o Preghiera non appartiene ad alcuno né ad alcun gruppo ma a tutta l’Umanità.
Esprime il bisogno di superare, coscientemente ed in pace, tutte le difficoltà, tutti i dubbi e tutti i problemi.
Penetra direttamente nella Mente e nel Cuore di Colui in cui viviamo, ci muoviamo e siamo.

L’Unico che rimarrà con noi fino alla consumazione dei secoli e fino a che l’ultimo stanco pellegrino non abbia trovata la via verso la Casa del Padre.-

estrada01 

 

Author:
• sabato, febbraio 07th, 2009

 

 

Credo del Cavaliere Il Simbolo del CavaliereAuspicioIl Dono di amore

 

images1-150x150

la -Croce simbolicata- adottata dall’ AMES -Pietà Pellicano-


Giuramento del Cavaliere

Cavalieri, scudieri, servitori, che la pace del Signore, promessa agli uomini di buona volontà, sia con noi. In questo luogo angusto e santo, in Suo nome, noi vedremo pronunciare, da labbra pure e con umile fierezza, il Giuramento che i Poveri Cavalieri  fecero nel momento più sacro della vita.

Signore che spieghi i cieli come una tenda di luce, Signore che fai dei fulmini i messaggeri della tua maestà, davanti il Tuo sacro altare, dove s’adempì la sublime immolazione, noi leviamo alta la spada della luce, per depositarla ai piedi dell’altare come testimonianza del nostro giuramento.

Signore Dio, noi lo giuriamo per il nostro Signore Iddio, gianmai contro di Esso, per la difesa del Vangelo, per la guardia dei pozzi, per la verità, per la giustizia. Contro gli oppressori, contro i mietitori di scandali ed i corruttori dell’innocenza, contro la menzogna liberata, contro i traditori delle fazioni e dei partiti.

Noi giuriamo di impegare la doppia spada, quella d’acciaio levigato e quella della parola splendente e fulminante, giammai noi attaccheremo per primi, giammai noi provocheremo per primi.

Tre volte noi sopporteremo l’ingiuria, tre volte noi ignoreremo il disprezzo e la menzogna, ma quando la spada brillerà nel sole come un colpo di chiarore, tuonerà la parola.

Allora poi non indietreggeremo di un solo passo, non taceremo che dopo il silenzio dell’avversario, davanti ai ranghi Angelicati, nostri compagni d’armi, noi lo giuriamo al  Re della gloria, chiunque rinnegherà questo giuramento, sarà per noi e per gli Angeli, rinnegato, Signore Padre nostro,niente chiediamo per noi, ma tutta la nostra opera sarà rivolta per la sola gloria del Tuo nome.1097016nhde6cshft1

bandiera

Vessillo dell’Ordine

riunione di cavalieri

********************************************************************************

Cosi come l’acqua sorgiva diseta il Cavaliere

La fede in Dio diseta lo spirito e lo nobibilita

-Chi di me dice male è perche segretamente teme la mia forza-

-Sia uomo e in sereno dialogo certamente diverremo amici-

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Credo del CavaliereIl Simbolo del CavaliereAuspicioIl Dono di amore

 

 

 

Author:
• sabato, febbraio 07th, 2009

Credo del CavaliereIl CavaliereAuspicioIl Dono di amore


IL SIMBOLO DEL CAVALIERE E DEL CAVALLO

peacefulwarrior

E’ immediato intuire che il cavaliere, nella sua dualità, rappresenta il nostro spirito ed il cavallo ne è il corpo fisico. Ciascuno di noi nella vita è contemporaneamente “cavallo-cavaliere” e, come il cavaliere governa il proprio cavallo, così ogni essere umano deve preoccuparsi del proprio corpo.
Conoscere lo stato del cavallo, sapere se i suoi turbamenti, le sue debolezze provengono da lui o dal cavaliere esige molto discernimento.

Nel nostro pellegrinaggio terreno spesso accentuiamo a tal punto il contrasto della dualità del cavaliere (maschile-forza-ragione-lato sinistro del cervello;  femminile-dolcezza-passione-lato destro del cervello) che perdiamo di vista il vero obbiettivo del cammino intrapreso: godere del dono della vita.

untitled982Il cavaliere-cavallo si ritrova in luoghi inaspettati o che gli appaiono ostili e di questi disagi attribuisce sempre la colpa a fattori esterni a se stesso: alla fortuna, alle circostanze, alla società, alla cattiveria degli altri; mai e poi mai alla sua scarsa Armonia che proietta all’esterno di se. Così il nostro viaggio, iniziato come meravigliosa passeggiata primaverile, lo trasformiamo in un vero percorso di guerra, ci si arma di tutto punto, per tutto combattiamo, facciamo tacere sempre e sempre più spesso la nostra parte femminile (amore, comprensione, donarsi agli altri) raggiungendo l’assurdo di far finta di godere una vita che amiamo definiamo “valle di lacrime”.

Ma ci chiediamo mai perché “viviamo”? Abbiamo realizzato edifici sempre più alti, ma con moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti. Spendiamo di più, ma abbiamo meno, comperiamo di più, ma godiamo meno. Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole, più comodità, ma molto meno tempo per noi stessi e per gli altri. Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più conoscenza, ma meno giudizio, più esperienza e ancor più problemi, più medicine, ma meno benessere. Ridiamo troppo poco e parliamo inutilmente troppo. Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà, ma ridotto i nostri valori amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere, ma non come vivere. Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni.
Siamo andati e tornati dallo spazio, ma non riusciamo ad attraversare la strada per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non lo spazio interno. Abbiamo dominato l’atomo, ma non i pregiudizi. Abbiamo creato: i fast food che ci regalano una digestione lenta; ricchi profitti ma povere relazioni; moralità a perdere e corpi non sani ma a tutti i costi magrissimi.

Ci sentiamo stanchi? Chiediamoci sequestafaticè fisica o psichica;spessoci capita di mangiare bene e non dimeno abbiamo ancora fame. Ma chi ha ancora fame, il nostro corpo/cavallo o solo la dualità / cavaliere che è alla ricerca ………. dell’equilibrio ?
Mai, come in questi tempi, è necessario riflettere sul profondo messaggio lanciatoci del cavaliere/cavallo che viaggia verso destra alla riscoperta delsuo Femminino Sacro conquistando la bandiera con la scritta CARITAS (carità d’Amore da regalare a chiunque incontriamo nel nostro Pellegrinaggio terreno)

Dobbiamo spendere più tempo con chiunque incontriamo nel percorso, perché non saranno con noi per sempre.
Lasciare un buon ricordo aiuta a vivere. Bisogna dire “ti amo” a chi amiamo, ma soprattutto ricordarci che un bacio e un abbraccio possono curare ferite nel profondo dell’anima.

.…….La parola andò a tutti i figli degli uomini, i Figli di Dio: mostrate il sigillo di Dio. Abbandonate questo Luogo Elevato e, nel regno esteriore dell’oscurità, faticate e servite; fate emergere il Reale; svelate le profondità nascoste della luce. Rivelate la divinità latente in voi . Imparate attraverso la lotta della vita terrena a scegliere la via preferibile – poi,la migliore. Non sfuggite il dolore. Non cercate la via più facile, che non è trovabile. Percorrete allora la Via che attraverso la sofferenza, il dolore e la terribile afflizione, conduce a quel Luogo Elevato dal quale veniste – il Luogo in cui Dio cammina con i figli degli uomini, che sono i Figli di Dio. Davanti all’augusta Presenza, ogni dolore scomparirà, la sofferenza svanirà e la morte non trionferà……….

 

 

Credo del CavaliereIl CavaliereAuspicioIl Dono di amore

 

Author:
• sabato, febbraio 07th, 2009

 

Il Simbolo del CavaliereIl CavaliereAuspicioIl Dono di amore

******************************

-HONESTE VIVERE -ALIQUEM NON LAEDERE- SUUM CUIQUE TRIBUERE

Credo del Cavaliere

storia_templ1


test

Colui che andavo cercando mi è venuto incontro,
e quegli che io consideravo diverso è divenuto uguale.

templari3

una preghiera per tutti noi

credo-preghiera

Credo in un solo Dio, Padre Onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore Gesù Cristo unigenito figlio di Dio nato dal Padre prima di tutti i secoli. Dio
da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, dalla stessa sostanza del Padre.

Per mezzo di Lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo.

Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto e il terzo giorno è resuscitato secondo le Scritture ed è salito al Cielo e siede alle destra del Padre e di nuovo verrà nella gloria per giudicare i vivi e i morti ed il suo Regno non avrà fine.

Credo nello Spirito Santo che è Signore e dà la vita e procede dal Padre e dal Figlio e con il Padre ed il Figlio è adorato e glorificato e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa, santa, cattolica e apostolica.

Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati e aspetto la resurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen

candela20isthar

Il Simbolo del CavaliereIl CavaliereAuspicioIl Dono di amore

 

 

beeg porno
hd deutsch porno
hd porno clips
porno images
pornoblick
porno
german porno
pornoyer
redtube porno
redtube deutsch
teen porno
xhamster
xnxx
porno galerie
youporn