cristo_pantocratoreLombardia madre del Cristianesimo

Israele è la culla del Cristianesimo che si è diffuso soprattutto nell’Impero Romano d’Oriente,ma dopo di esso la Lombardia è la culla della Cristianità in Europa e quindi nel mondo.
Quando Gesù fù crocefisso,Longino,il centurione che presiedeva alla crocefissione tornò a Mantova con un ampolla contenenente il sangue di Gesù

Si pensa quindi che il primo uomo convertito al cristianesimo in Europa sia stato il centurione mantovano.Fù proprio la città Lombarda di Mantova ad avere la prima presenza cristiana in Europa.Fù però Milàno la città che lanciò il Cristianesimo.

Le direttive dei primi cristiani erano prese durante riunioni chiamate Concili. Bisogna distinguere i concili dagli editti imperiali.I concili erano le riunioni dei religiosi: vescovi,metropoliti,patriarchi cristiani ai quali obbedivano solo i cristiani e non i politeisti dell’Impero.

Gli editti erano leggi statali degli Imperatori ai quali dovevano obbedire tutti i sudditi dell’Impero.

Il primo vero Concilio fù quello a Gerusalemme tenutosi probabilmente attorno al 50 ma la Chiesa conta come primo concilio ufficiale quello di Nicea nel 325. Il Concilio di Gerusalemme fù presieduto a Gerusalemme da San Pietro,mentre i successivi Concili seppur composti da religiosi, saranno organizzati e guidati dagli stessi Imperatori che godevano della carica di Pontifex Maximus che era la massima carica religiosa dell’Impero.

La carica di Pontifex Maximus proseguiva la tradizione millenaria dei sacerdoti etruschi.Pontifex deriva dal latino Ponti=ponte fex=fare cioè colui che fà il ponte.

Il sacerdote etrusco era in grado di costruire e benedire il ponte dell’ingresso della città contro gli spiriti maligni.La benedizione veniva compiuta durante la fondazione della città ed era un atto che dava molta importanza al sacerdote etrusco.Poi la carica si è evoluta e al tempo dell’ Impero il Pontifex Maximus soprassedeva,controllava e regolava tutte le religioni dell’Impero.

Quando era lo stesso Imperatore ad essere Pontifex Maximus il potere religioso e quello politico erano nelle mani della stessa persona.

Nel Concilio di Gerusalemme si decise che i politeisti convertiti al cristianesimo non erano obbligati ad osservare tutte le leggi di Mosè e a circoncidersi,ma dovevano solo astenersi dalle sozzure degli idoli, dalla impudicizia, dagli animali soffocati e dal sangue. Il mesaggio di Gesù era rivolto sia agli Israeliani che agli altri.Entrambi dovevano rispettare le tradizioni degli altri. Era più importante diffondere il Cristianesimo presso i politeisti che imporre loro delle tradizioni che sarebbero state d’intralcio alla conversione.

I concili dopo quello di Gerusalemme furono organizzati e presieduti dai Pontifex Maximus che spesso erano gli Imperatori stessi poi furono organizzati dagli Imperatori Cristiani poi dai Patriarchi ed infine dopo il 1054 dalle massime cariche religiose della Chiesa di Roma, di quella Ortodossa e così via.

I Vescovi erano eletti direttamente dal popolo cristiano di quella città. Non esisteva un Papa che ordinava i Vescovi e che dava dalla città di Roma le direttive. Pappas era il termine con il quale la comunità di lingua greca di Roma chiamava il Vescovo guida dell’Urbe e in greco voleva dire papà. I romani di etnia romana difficilmente erano cristiani e per papà dicevano pater.

La maggior parte dei cristiani di Roma erano orientali,per questo parlavano il greco usato nella parte orientale dell’Impero.

Le linee guida della Chiesa venivano prese dai Concili che si tenevano di volta in volta in città diverse dell’Impero. La Chiesa era federalista, ad elezione diretta e democratica del Vescovo.
Sant Ambros (Sant Ambrogio) Vescovo chiave della vittoria del Cristianesimo nell’Impero, eletto come si diceva per aclamazione dai cristiani milanesi a Vescovo di Milàn, allora capitale dll’Impero Romano, era nato tra il 334 e il 339 a Treviri in Gallia Francese, vicino ai germani,oggi Germania vicino alla Francia.

A Milàno, che passava dal politeismo al cristianesimo, si dava da fare per battezzare il numero maggiore di nuovi cristiani.Convertì Sant Agostino da Ippona. Era amico di Costantino e della madre di Costantino Sofia che era cristiana. (Santuari che fece costruire Elena). Oggi Sant Ambros è il patrono di Milàn. La prima Chiesa cristiana appoggiata dal potere imperiale è nata in Lombardia, a Milàn e non a Roma. Si è chiamata Chiesa Ambrosiana in onore del Vescovo milanese Ambrogio. Se a Milàn Ambrogio fù il Vescovo , Costantino “Il Grande” fù l’Imperatore chiave della vittoria del Cristianesimo. Costantino insieme a Licinio e Galerio emettono l’Editto di Nicomedia 311 col quale si dà la possibilità ai cristiani di uscire dalle persecuzioni di Diocleziano e ricostruire le chiese distrutte.  Questo non piacque ai conservatori che mossero guerra a Costantino.

Roma che allora non aveva forse nemmeno il 10% di cittadini cristiani allestì un esercito filo politeista guidato da Massenzio che voleva riportare i vecchi costumi e la capitale dell’Impero a Roma. Milano allestì un esercito filo cristiano guidato dall’Imperatore Costantino che voleva mantenere la capitale a Milano.

Si combatterono dal nord Italia fino ad arrivare dentro Roma dove nel 312, nei pressi del Ponte Milvio sul Tevere, l’esercito milanese sconfisse quello romano che era di numero doppio rispetto a quello milanese. La battaglia passò alla storia come “La battaglia del Ponte Milvio”. Fù la vittoria di Costantino su Massenzio, fù la vittoria di Milano su Roma, fù la vittoria della nuova religione cristiana su quella politeista classica. La tradizione vuole che Costantino prima della battaglia abbia avuto una visione di Dio che gli chiedeva di porre un simbolo di Gesù sugli scudi. Costantino decise di porre una croce perchè ricordava il martirio di Gesù.

La fece più corta nella linea orizzontale per adattarla meglio agli scudi e si incrociava più sù dell’incrocio centrale. E’stata la prima “insegna”sulla quale si rappresentava il nuovo,forte simbolo del cristianesimo:la croce. Da quel momento si diffonderà in tutti i territori cristiani e ovunque arrivarono gli eserciti cristiani.

Fù largamente utilizzata soprattutto nel medioevo. La croce è passata alla storia col nome paradossale di “croce latina” anche se in realtà si dovrebbe chiamare croce costantinea o croce milanese. Costantino si fece battezzare da un Vescovo Cristiano Ariano un anno prima di morire. Lui non era stato ufficialmente Cristiano ma la madre sì.
Conclusa la battaglia Costantino torna nella capitale a Milano ed emette l’ Editto di Milano del 313 con il quale dava ai sudditi dell’Impero la libertà di professare la religione che ognuno desiderava.

Con l’Editto le religioni erano parificate e si poneva fine alle persecuzioni contro i cristiani che spesso gli Imperatori avevano compiuto quando la capitale era a Roma, come per esempio le condanne a morte dei Vescovi dell’Urbe (come per San Pietro). Successivamente Costantino imponeva di restituire i beni confiscati ai Cristiani e quindi decise di finanziare la costruzione di chiese e di non far pagare le tasse al clero .

Da questo momento il cristianesimo si espanse in tutti i territori dell’Impero ma non fù subito la religione della maggioranza. Vi fù per molto tempo convivenza con le religioni politeiste e non si espanse nello stesso modo in tutti i territori. Basti pensare all esempio europeo della Lituania che cominciò a diventare Cristiana nel 1400.

Costantino ormai Imperatore di tutto l’Impero organizza e presiede il Concilio di Nicea nel 325 che per la Chiesa (che esclude quello di Gerusalemme) è il primo Concilio. E’ il primo concilio controllato dal potere imperiale anche se sono i Vescovi a parteciparvi.

Oggi per Chiesa Cattolica intendiamo la Chiesa del Papa di Roma.

In questo Concilio si decide qual’è la linea da tenere e si escludono tutte quelle correnti cristiane che deviano dalla linea. Le correnti cristiane sono interpretazioni della Bibbia da parte di preti o clericali che vengono seguite da un certo numero di fedeli. Nel Concilio si dice che dovranno essere chiamati Cattolici solo quelli che seguono le decisioni del Concilio.

I Cattolici anticamente erano quindi coloro che si attenevano al cristianesimo ufficializzato dai Concili e dagli Imperatori in qualità di Pontifex Maximus. Milano era la capitale dell’Impero e quindi il Cattolicesimo era nato originariamente sotto il controllo della corte Imperiale milanese. Per Cattolicesimo si intendeva il cristianesimo di tutto l’Impero e non solo quello occidentale come accadde dopo il 1054 con lo scisma tra occidente ed oriente.

Bisogna ricordare che era l’Occidente dell’Impero ad avere in origine più cristiani.Da quando il Cristianesimo uscì dalle persecuzioni, il rito Cristiano più originale della Chiesa antica è quello Ambrosiano. Una corrente cristiana che il Concilio di Nicea escluse è l’Arianesimo che prende il nome da Ario, religioso di Alessandria d’Egitto. E’importante ricordare il Cristianesimo Ariano perchè si diffuse a partire dai primi del 300 in Egitto e nell’impero orientale e presso i popoli che abitavano l’est Europa che poi entreranno in Lombardia come gli Ostrogoti e  Longobardi.

E’ interessante anche sottolineare che le diverse interpretazioni della Bibbia divennero pretesto per creare innutili divisioni dei cristiani che potevano essere evitate con delle discussioni più approfondite che avrebbero trovato un consenso finale. Per essere semplici i Cristiani Ariani credevano che la trinità era di tre sostanze, il Concilio di Nicea votò a maggioranza che la trinità era composta da una sostanza e chi diceva il contrario era fuori dalla Chiesa. Penso che la verità la conoscesse Dio, ma gli uomini sono convinti di conoscere Dio e muovono guerre di religione ad altri uomini che sono a loro volta convinti di interpretare nel modo giusto la parola di Dio.

Dalla Lombardia venne anche il seme del Cristianesimo Ortodosso.

Nel 326 Costantino da Milano decise di fondare una nuova città in suo onore dal nome di Costantinopoli sullo stretto dei dardanelli, nell’attuale Turchia, allora terra popolata anche da gente greca. L’inaugurazione della città si ebbe nel 330 a lavori finiti. Costantino, in qualità di Pontifex maximus, la fondò con i riti religiosi propri della religione politeista romano-etrusca. Milano diede la vita a questa nuova città che nei secoli a venire sarà la culla della religione Ortodossa di tutte le nazioni slave.

Dapprima Costantinopoli divenne capitale dell’Impero Romano d’Oriente poi sede della religione Cristiana Orientale chiamata da noi Chiesa Ortodossa. Costantinopoli riacquistò l’antico nome di Bisanzio e fù capitale dell’Impero Bizzantino fino al 1453 quando i Turchi la presero e smise di essere la sede dell’ortodossia che in fuga da Bisanzio, dopo alcune vicissitudini si stabilì prima ad Atene e poi definitivamente a Mosca. Ancor oggi la figura di Costantino per gli Ortodossi è Santa.

L’Augusto d’Occidente di Mediolanum Graziano e l’Augusto d’Oriente di Costantinopoli Teodosio emanarono l’ Editto di Teodosio o Editto di Tessalonica (380). E’interessante notare che l’Editto è rivolto solo ai cittadini di Costantinopoli. Con questo editto di tipo statale il Cristianesimo diviene religione di stato nella città di Costantinopoli, si elogia il Vescovo di Roma Damaso e quello di Alessandria d’Egitto Pietro e si dice che i Cristiani Ariani e tutti quelli che la pensano diversamente dal Concilio di Nicea verranno perseguitati penalmente. Finiva la libertà religiosa a Costantinopoli ed il Cristianesimo Cattolico da antico perseguitato si trasformava in perseguitatore.
In seguito vi saranno altre iniziative di altri Imperatori atte a proibire culti politeisti e all’abbattimento delle statue degli dei o dei loro templi

Diversamente da quello che ci hanno insegnato non furono le invasioni dei barbari a distruggere i templi dell’Impero Romano ma gli editti contro le religioni politeiste che emanavano gli Imperatori stessi. Quando nel medioevo il politeismo smise d’esistere l’arte classica fù depredata e usata come materiale per costruire. Per un Politeista derubare un tempio era sacrilego, per un Cristiano no. Spesso gli ordini di prelevare venivano autorizzati dai Vescovi. La gente costruì le sue case sui teatri, sui circhi, sulle antiche ville. Questo processo di distruzione dell’arte classica fù graduale nei secoli, non fù una catastrofe dovuta ad un invasione come ci insegnarono

Sotto l’Augusto di Milano Graziano si svolge il Concilio di Costantinopoli nel 381. Il Concilio di Nicea del 325 era stato indetto dal Pontifex Maximus Costantino perchè era l’unico Imperatore. Nel 381 c’è l’Augusto Occidentale Graziano a Milano e l’Augusto Orientale Teodosio a Costantinopoli. Il Pontifex Maximus AugustoTeodosio organizza il Concilio a Costantinopoli probabilmente senza consultare Graziano, che era impegnato a combattere sul fronte occidentale. Era stato l’Imperatore Graziano a fare l’ Augusto d’Oriente Teodosio nel 379. Teodosio approfittò delle distrazioni di Graziano per far approvare dal Concilio di Costantinopoli del 381 (al quale avevano solo partecipato i Vescovi Orientali) tra tanti articoli anche un articoletto nel quale si diceva che Roma e poi Costantinopoli avevano un posto d’onore.

Di per sè questa frase non vuol dire niente di chiaro ma fà supporre un accordo tra il Vescovo di Roma Damaso e l’Imperatore di Costantinopoli Teodosio finalizzato a dare più importanza alle sedi vescovili di Roma e Costantinopoli. I Vescovi dell’Impero Occidentale non partecipano al Concilio perchè non era stato indetto dall’Augusto Occidentale che stava combattendo contro il generale Magno Massimo che era stato proclamato Imperatore dalle sue truppe in Britannia e che marciava su Milano per insediarsi sul trono. Nel 382 i Vescovi Orientali scrivono una lettera nella quale chiamano il Vescovo Damaso e gli altri Vescovi Occidentali “fratelli e colleghi” e non chiamano Damaso come capo religioso degli altri Vescovi. Con questa lettera i Vescovi Orientali vogliono scusarsi in un qualche modo del fatto che avevano preso delle decisioni senza i Vescovi Occidentali. Si nota che ancora una volta sono gli Imperatori ad essere i “capi”della religione anche perchè se vi fosse stato un Patriarca che comandava sugli altri sarebbe stato lui ad indire il Concilio.

C’è da fare anche la considerazione che la divisione tra la Chiesa Occidentale e quella Orientale deriva proprio dalla divisione politica dell’Impero Occidentale e Orientale. Lo scisma=divisione si è avuto ufficialmente nel 1054 per questioni di interpretazione della Bibbia. Probabilmente Graziano avrebbe avuto a che dire sulla questione di Roma e Costantinopoli posti d’onore ma fù ucciso in Gallia nel 383. Nel 387 il fratellino di Graziano e la mamma incalzati dal generale Magno Massimo scappano da Milano assediata e si rifugiano da Teodosio che doveva a Graziano il favore di essere stato proclamato Augusto d’Oriente. Così con questo tiro mancino ai danni dell’Augusto di Milano aprì la strada per dare una ragione al potere religioso di Roma e Costantinopoli. Gli articoli del Concilio non erano stati approvati da tutta la Chiesa Cattolica come doveva essere di regola ma solo dai Vescovi Orientali e quindi la decisione non doveva essere valida.

Si può supporre anche una sorte di trumvirato segreto tra il generale Magno Massimo, il Vescovo Damaso e l’Augusto Teodosio che con la spada,  la veste sacra ed il potere politico avrebbero ottenuto maggior potere a discapito della corte imperiale milanese che infatti dopo una ventina di anni smise di esistere. Tutti e tre (il generale Magno Massimo,il Vescovo di Roma Damaso, l’Augusto Teodosio) erano originari della stessa zona,della penisola Iberica. Dopo l’indebolimento dovuto a congiure interne e non ai barbari, i barbari stessi entrarono a Milano e la corte Imperiale scappò nel 402 a Ravenna. I popoli che entrarono in Lombardia furono Cristiani Ariani come gli Ostrogoti e i Longobardi. Ciò indebolì il Cattolicesimo Ambrosiano ed il ruolo di Milano come sede importante del Cattolicesimo Ambrosiano. L’ubbidienza dei Cattolici alla Chiesa di Roma non era ancora praticata dato che si ubbidiva alla linea decisa dai Concili.

Milano fù capitale di tutto l’Impero sotto Costantino e fù capitale dell’Impero Romano d’Occidente sotto altri imperatori.La Lombardia era diventata il centro dell’Impero .

Nel 402 la capitale fù spostata a Ravenna. Durante il governo imperiale di Milano il cristianesimo smette di essere perseguitato. Si fonda la Chiesa Cattolica Ambrosiana . Costantino inventa il simbolo Cristiano della croce. Milano fonda Costantinopoli, nuova Roma. Si fonda il Cattolicesimo che inizialmente non era romano ma di tutto l’Impero. Fondando Costantinopoli si gettano le premesse per il diffondersi anche del Cristianesimo Ortodosso.

Diocleziano,di origini Serbo-Croate, fece carriera militare e fù acclamato dalle sue truppe a Imperatore dell’Impero. Fù l’ultimo Imperatore di Roma che ormai non era più abitata da stirpe romana ma soprattutto da stirpi orientali.

Diocleziano nel 285 divise amministrativamente l’Impero in orientale, con capitale Nicomedia (in Turchia) (poi sarà Costantinopoli) e Occidentale con capitale Milano o Mediolanum. In ogni capitale pose un Augusto. Nel suo caso Diocleziano in Nicomedia, Massimiano un suo ufficiale in Mediolanum. Poi i 2 Augusti decideranno di suddividere i loro territori con un vice chiamato Cesare.

L’Oriente con capitale Nicomedia ebbe un Cesare a Sirmio in Serbia. L’Occidente con capitale Mediolanum ebbe un Cesare a Treviri in Germania vicino alla Francia allora Gallia francese vicino ai germani. Da questa città si sposterà a Mediolanum il Vescovo Sant Ambrogio. Quando era solo l’Augusto di Milano a comandare su tutto l’Impero.

Bisogna notare che quasi tutti gli Augusti ed Imperatori di Mediolanum provenivano dalla ex Yugoslavia e che erano generali che grazie alle vittorie contro i barbari assumevano grande importanza e venivano proclamati Augusti dal loro esercito. Da Augusti continuavano a combattere sui confini dell’Impero e quindi si può desumere che quando l’Augusto combatteva ai confini chi comandava era qualcuno della corte imperiale.

Si nota anche che quasi tutti gli Augusti non erano milanesi ma venivano da fuori, un pò come gli Imperatori a Roma nel secondo e terzo secolo. Si può supporre che la zona della ex Yugoslavia fosse attaccata spesso da barbari e che lì si concentravano le truppe Imperiali.

Il potere era prettamente militare e di frontiera, infatti Mediolanum e Treviri erano avamposti in difesa dell’Impero contro le invasioni.

 

ortod

xxxxxxxxxxxxxxxxx

Gli imperatori o Augusti di Mediolanum furono:

Massimiano Cesare 285 Augusto 286 – 305 Politeista
Costanzo Cloro Augusto 305-306 Politeista
Costantino il Grande Augusto 306 Imperatore 324-337 fedele al Sol Invictus (la mamma era Cristiana) in morte battezzato Cristiano Ariano

Costante Augusto nato a Mediolanum 337-350
Giuliano Augusto 355 Imperatore 361-363 battezzato Cristiano, convertito al politeismo
Valentiniano Augusto 364-375 Cristiano tollerante il Politeismo

Graziano Imperatore 375Augusto 379-383 Cristiano Cattolico
Valentiniano II Augusto (sotto regenza del fratello Graziano e della madre)  375-392 prima Cristiano Ariano poi Cristiano Cattolico

Eugenio forse nato a Mediolanum Augusto 392-393 Cristiano tollerante il Politeismo.

Onorio Augusto(sotto regenza di Stilicone) 393-402 a Milano, poi a Ravenna- Onorio era Cristiano Cattolico, Stilicone era Cristiano Ariano

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Category: Approfondimenti
Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.

beeg porno
hd deutsch porno
hd porno clips
porno images
pornoblick
porno
german porno
pornoyer
redtube porno
redtube deutsch
teen porno
xhamster
xnxx
porno galerie
youporn