logo-ames-intestazione

-HONESTE VIVERE -ALIQUEM NON LAEDERE- SUUM CUIQUE TRIBUERE-

Proprio il motto “Essere e non Apparire”. Con certezza si può asserire che gli appartenenti all’Ordine Sancta Fides ebbero, in ogni tempo, contatti e rapporti con L’antico Ordine Equestre Sancta Fides della Pietà del Pellicano, nato come esclusivo Ordine Monastico Cavalleresco, è oggi formato da Cavalieri sia laici che ecclesiastici.E’ articolato su un Ordine, operantenel mondo, con rispettivi Magisteri tutti guidati da Governatori Cristiani che seguono i dettami e la regola spirituale di Sant’Antonio Abate ma facenti capo ad un unicoOrdine. Della nascita quest’Ordine, di nobile tradizione Cavalleresca, esistono pochissimi reperti in quanto volutamente non realizzati per motivi di umiltà; infatti ha da sempre fatto parte confuso con vari movimenti illuminati; il più pregnante dei quali, forse, fu quello con i Rosa+Croce con i quali ne condivisero il pensiero illuminante nella propria universale visione della Cristologia, ed ebbero scambi culturali sia con vari popoli che con diverse confessioni religiose.

Tutti questi scambi, mantenuti sempre nel pieno riservato rispetto delle singole libertà, sono serviti all’Ordine per ampliare, divulgare e rafforzare la propria granitica fede. L’Ordine Sancta Fides ritiene, e non a torto, di essere erede sia della vera spiritualità che delle nobili tradizioni cavalleresche dei Monaci Cavalieri del Tempio o poveri Cavalieri di Cristo infatti: l’Ordine dei Cavalieri del Tempio, fondato nel 1118 a Gerusalemme, nacque certamente non solo per difesa del Tempio ma, soprattutto, per la ricerca della universale Verità, per lo scambio culturale e per l’applicazione della vera carità; ad esempio il ricevere ed assistere i pellegrini in viaggio di penitenza ne era solo un aspetto.

papa_clemente_v3L’Ordine del Tempio fu successivamente soppresso, come tutti sanno, nel 1312 con le Bolle Pontificie di Papa Clemente V ( la Pontificia Bolla Vox In Excelso del 22 marzo, la Pontificia Bolla ad Providam del 2 maggio e la conclusiva Pontificia Bolla Considerantes Dudum del 6 maggio stesso anno). E’ luogo comune ritenere che la loro soppressione avvenne poiché i templari erano diventati eccessivamente potenti, incredibilmente ricchi e per questo perseguitati dal Re di Francia Filippo il Bello il quale aveva l’unica finalità di incamerarne le ricchezze accumulate.

Va subito chiarito che quelle indicate sono delle concause ma la verità e che i templari avevano, nel tempo, completamente disatteso gli elementi caratterizzanti la loro regola monastica originaria che erano: oltre che la ricerca della conoscenza con l’applicazione della tradizione Cristologia-Universale, la realizzazione delle attività filantropiche e culturali volte all’insegnamento e all’esercizio delle virtù Teologali con preciso riferimento alla applicazione della vera Carità disinteressata per tutte le genti. Questi erano gli elementi fondamentali originari che li dovevano differenziare dagli altri storici Ordini Crociati quali i Teutonici, i Gerosolimitani, i Cavalieri del Santo Sepolcro,ed altri,di Rodi,di Cipro,ecc.

I templari mantennero ferma solo la regola individuale monastica di cieca obbedienza, tanto è che nel tempo, l’intera organizzazione si trasformò in una poderosa macchina affaristica e da guerra con parte dei monaci trasformati in feroci e sanguinari combattenti ed altri in scaltri ed avidissimi operatori economici; tutti gli appartenenti, fra le tante altre cose, abbandonarono definitivamente l’atto caritatevole. Alcuni Templari, dopo la definitiva soppressione dell’Ordine del Tempio ed a seguito della morte dell’ultimo Gran Maestro Jacques de Molay avvenuta il 18 marzo 1314, vissero segretamente mantenendo viva solo una minima parte delle tradizioni culturali.Oggi assistiamo ad un proliferare di ordini templari che poco o nulla hanno a che vedere minimamente con nessun o scarso pricipio dell’antico vero originario templarismo

Gli scopi e le loro finalità sfociarono in epoca moderna anche in diverse organizzazioni massoniche ed iniziatiche che tutt’oggi, sia nell’Europa che nelle Americhe, ed altre parti del Mondo,operano, ci sono oggi, come detto, variegate organizzazioni che si rifanno, a loro detta, ai “Templari” ed operano come associazioni anche se ufficialmente riconosciute,sul piano giuridico, ma basate su di un non meglio ideale umanistico – Cristiano, dedicandosi, per lo più, ad opere di interessi opportunisici raramente al mecenatismo,al culturale.Tutti quei veri valori  originari sono ormai disattesi anche da moltissimi altri ordini pseudo Cavallereschi  moderni e contemporanei.

Solo da pochissimi Cavalieri dell’Ordine Equestre di Sancta Fides,della Pietà del Pellicano, che decisero di operare nel silenzio e in piena risservata umiltà, ammantati da un senso di risservato mistero rendendo affascinante l’ipotesi che siano stati in origine  depositari della “Luce “, ovvero di uno stato di sapienza e pienezza spirituale che pare li sollevavi al di sopra del comune senso umano, a causa per lo più dal possesso di una cultura e sensibilità umanistica e civica superiore pur nell’ umile operare.

Nel 1640/1648 l’Ordine Equestre Sancta Fides, per la salvaguardia della conoscenza illuminata concessa dal Divino agli umani e per il raggiungimento della Cristiologia Universale venne riunito, ricostituito e rafforzato da Sua Eminenza il Cardinale Giulio Raimondo Mazarino e fra le tante cose realizzate dall’Ordine in quel periodo, riconosciute probe dall’ illuminata figura del Cardinale. Che prese ed indico quale esempio simbolico anche la figura del Pellicano.

A lui si deve tra l’altro,la serena possibilità, all’interno della Francia, della libera professione di fede dell’ Ortodossia; egli riconobbe,sepur dall’esterno, anche il protestantesimo quale rispetto di libera scelta; ripristinò i valori originari necessari al perfezionamento Universale della Cavalleria, in piena aderenza alla necessità del ritrovato rinnovamento spirituale, ne tracciò delle linee programmatiche per la realizzazione della priorità del sacro sul profano quale contrapposizione spirituale alla potenza materiale ormai raggiunta da un certo clericalismo.

Sua Eminenza il Cardinale Giulio Raimondo Mazarino condusse, in maniera illuminata e con la massima riservatezza, l’Ordine Equestre Sancta Fideis -Pietas Pellicanus. Oggi abbandonata la risservata discrezione, è divenuto sempre più il veicolo per una fede Illuminata, nello spirito della Universalita volta all’umanitarismo,e quindi abbracciare tutte le fedi e o dottrine, purchè i chiamati dimostrino dignità per il sostegno di opere di carità per le genti più bisognose. L’ amministrazione di questo gravoso compito oggi è stato assunto da due nobili famiglie.

Storiografia a cura di +Anatolio

***************************************************************

Instrue praeceptis animun ne discere cessa-nam sine doctrina vita est quasi mortis imago

Arma il tuo animo di precetti, non smettere di imparare, senza cultura la vita è quasi morte.

Virtutis exper verbis jactans gloriam-ignotos fallit notis es de risui

Chi manca di meriti, ma tuttavia esalta il suo operato, inganna chi non lo conosce, ma è deriso da chi è in grado di giudicarlo.

*********************************************************************************

 

federation

frecce_14Antiquae Militiae Equestris Sanctorum Quattuor Coronatorum Ordo Monasticus Templi

knights1

****************************************************************

3 12/01/2010 Rapallo barbone stazione Fs

-Donazioni-sostegno aiuto ai bisognosi- 

 IMG dati bancari

 

Category: Storia
Lascia un commento

beeg porno
hd deutsch porno
hd porno clips
porno images
pornoblick
porno
german porno
pornoyer
redtube porno
redtube deutsch
teen porno
xhamster
xnxx
porno galerie
youporn